Home Irrigazione Contributi Irrigui di Esercizio 2016

Contributi Irrigui di Esercizio 2016

CONSORZIO DI BONIFICA TRIGNO E BIFERNO 

via Cairoli, 31 - 86039 Termoli (CB) -

 

APPROVAZIONE RUOLI PER CONTRIBUTI CONSORTILI  IRRIGUI DI ESERCIZIO - ANNO 2016

 

ESTRATTO DELLA DELIBERAZIONE DEL COMITATO ESECUTIVO n. 7 del 13 gennaio 2016

------  omissis  --------- 

Vista la delibera n. 513 del 13.10.2014 la Giunta Regionale ha approvato, ai sensi degli artt. 11 e 27 della L.R. n. 42 del 21.11.2005,  la delibera del Consiglio dei Delegati n. 8 del 13.12.13 con la quale è stato adottato e approvato il Piano di classifica per il riparto degli oneri consortili;

Vista la delibera del Consiglio dei Delegati n. 2 del 30.10.2015 con la quale è stato approvato il Regolamento Irriguo Consortile;

 

CONSIDERATO

- che ai fini della individuazione del Contributo Irriguo il Piano di classifica ha suddiviso il Comprensorio Irriguo in n. 3 “Macrobacini”: Macrobacino 1 - impianto del Biferno (alimentato a caduta), Macrobacino 2 - impianto del Biferno (alimentato con sollevamento) e Macrobacino 3 - impianto del Trigno (alimentato per caduta);

- che per i Macrobacini 1 e 2 serviti dalle acque del Biferno, nel corso dell'esercizio 2016 si procederà alla installazione di misuratori di portata e si procederà alla determinazione del Contributo Irriguo mediante applicazione della TARIFFA BINOMIA con distinta emissione del ruolo per il CONTRIBUTO FISSO DI MANUTENZIONE ripartito sulla base delle superfici servite e del ruolo per il CONTRIBUTO DI ESERCIZIO;

- che il CONTRIBUTO DI ESERCIZIO sarà determinato mediante ripartizione delle SPESE DI ESERCIZIO, rilevate per singolo Macrobacino e ripartite tra tutti i consorziati utenti in ragione dei consumi effettuati, rilevati a mezzo dei Misuratori di Portata o stimati con il sistema dell'ettaro coltura – mediante rilevazione delle superfici e delle colture praticate con attribuzione dei consumi medi per tipologia colturale.

 

VISTA la relazione dell'AGRONOMO di fiducia del Consorzio dott. Roberto Di Vito con la quale vengono determinati i fabbisogni idrici delle colture coltivate in irriguo nel comprensorio del Basso Molise che vengono considerati quali indici di determinazione dell'ettaro coltura; 

RITENUTO

- di procedere alla emissione dei ruoli per contributi IRRIGUI DI ESERCIZIO in acconto sulla base delle DOMANDE DI UTENZA e dei conseguenti volumi di acqua prenotati dai consorziati da assoggettare a verifica sul campo e su documentazione AGEA e di procedere a successiva emissione di ruolo a conguaglio sulla base dei costi accertati nel bilancio consuntivo e dei volumi di acqua verificati ed accertati a consuntivo;

- di procedere alla emissione dei ruoli mediante invio di Avvisi di Pagamento con  modalità di riscossione a mezzo di Bollettini MAV;

- di confermare Responsabile del Procedimento per la emissione dei ruoli di contribuenza e gestione del servizio di riscossione diretta dei contributi consortili il dott. Emilio Prezioso Direttore del Consorzio;

all'unanimità

DELIBERA

 

Art. 1) per i motivi esposti in premessa, di stabilire per la stagione irrigua 2016 quanto segue:

 

1 - di determinare il contributo unitario irriguo di esercizio in

€ 0,04 al metro cubo di acqua per il Macrobacino 1 - impianto del Biferno (alimentato a caduta),

€ 0,07 al metro cubo di acqua per il Macrobacino 2 - impianto del Biferno (alimentato con sollevamento)

 

2 - di determinare i consumi di acqua in relazione ai consumi idrici stimati con il metodo dell'ettaro coltura applicando gli indici approvati con la presente delibera, calcolati sulla base delle prenotazioni effettuate con la DOMANDA DI UTENZA IRRIGUA, contenente  specifica dichiarazione degli ettari irrigati e delle coltivazioni praticate, presentata dai consorziati ed opportunamente verificata sul campo e/o con visura della documentazione AGEA;

 

3 - di determinare i consumi di acqua in relazione ai consumi idrici rilevati dalla lettura dei contatori, dalla data di installazione, nelle zone in cui, nel corso della stagione irrigua, si procederà alla installazione dei Misuratori di portata; in tali casi i consumi stimati già iscritti a ruolo verranno considerati in acconto e conguagliati con i consumi reali registrati a fine anno;

 

4 - di fare obbligo ai Consorziati serviti dall'impianto irriguo di presentare entro il termine del 31.03.2016 la DOMANDA DI UTENZA IRRIGUA contenente apposita dichiarazione relativa agli ettari da irrigare e alle coltivazioni da praticare durante tutta la stagione irrigua;

 

5 - di incaricare il Servizio Tecnico Consortile e il Servizio Amministrativo, ciascuno per propria competenza di procedere all'accertamento delle dichiarazioni presentate dai consorziati, mediante verifiche sul campo delle coltivazioni praticate durante tutta la stagione irrigua e mediante verifiche su documentazione AGEA delle coltivazioni dichiarate ai fini dell'ottenimento dei contributi pubblici;

 

6 - di stabilire che in caso di prelievo dell'acqua senza previa domanda di utenza o in caso di dichiarazione infedele relativamente agli ettari coltivati e/o alle colture praticate il contributo unitario irriguo stimato dai tecnici consortili è duplicato; nel caso in cui l'utente entro 15 giorni dalla notifica della irregolarità provveda a sanare la sua posizione sarà applicata una maggiorazione del 30% sul costo unitario;

 

7 - di determinare, sulla base delle indicazioni fornite dalla relazione dell'Agronomo dott. Roberto Di Vito, i fabbisogni irrigui di ogni singola coltura praticata nel comprensorio irriguo e conseguentemente vengono determinati gli indici di ettaro coltura come segue:

 

- Pomodoro da industria metri cubi per ettaro      4500

(con la seguente ripartizione maggio 600 m.c., giugno 1400 m.c., luglio 1500 m.c., agosto 1000 m.c)

 

- Barbabietole da zucchero

semina primaverile                                                m.c. per ettaro               3000

(con la seguente ripartizione: marzo m.c. 250, aprile m.c. 450, maggio m.c. 600, giugno m.c. 850, luglio m.c. 850)

semina autunnale                                                  m.c.  Per ettaro              2000

(con la seguente ripartizione ottobre m.c. 200, aprile m.c. 500, maggio m.c. 600, giugno m.c. 700)

 

- Vite

uva da vino                                                             m.c. Per ettaro               1400

uva da tavola                                                           m.c. Per ettaro              3000

( con interventi così ripartiti maggio 1/3,  giugno 1/3, luglio 1/3 )

 

- Olivo m.c. Per ettaro                  1400

(con la seguente ripartizione maggio m.c 300, Giugno m.c. 300, luglio m.c.400, agosto m.c.400)

- Frutteti m.c. Per ettaro               1400

(con la segiente ripartizione maggio m.c. 1000, giugno m.c. 400)

 

- Orticole e MAIS m.c. Per ettaro                    3500

 

- Orticole intercalari m.c. Per ettaro               1500

 

8 – di stabilire che nei casi previsti dall'art. 12 del Nuovo Regolamento Irriguo, qualora la domanda di acqua, valutata sulla base delle colture dichiarate nelle Domande di Utenza, risulti elevata rispetto alla dotazione idrica del comprensorio, saranno predisposti:

-  il PIANO DI EROGAZIONE STAGIONALE che potrà assegnare un volume massimo di metri cubi per ettaro e/o per contatore, ripartito per i singoli mesi della stagione irrigua;

-  il PIANO DI TURNAZIONE flessibile, che potrà garantire l'erogazione dei volumi massimi di m.c. accordati con rotazione plurigiornaliere;

 

9 – di stabilire per le UTENZE EXTRAGRICOLE il canone di € 0,25 al m.c. con la riduzione del 15% per le utenze a servizio di attività connesse al settore agricolo;

 

Art. 2) - di procedere alla formazione del RUOLO IN ACCONTO sulla base delle DOMANDE DI UTENZA pervenute, delle verifiche effettuate in campo, degli accertamenti effettuati su documentazione AGEA, e di procedere alla emissione di Avvisi di pagamento con riscossione a mezzo dei Bollettini MAV;

 

Art. 3) - di confermare Responsabile del Procedimento per la emissione dei ruoli di contribuenza e gestione del servizio di riscossione diretta dei contributi consortili il dott. Emilio Prezioso Direttore del Consorzio;

 

Art. 4) – La presente delibera è dichiarata urgente ed immediatamente esecutiva.

 

----------------------    omissis   ------------------------