Home Il Consorzio Elezioni consortili CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONSORZIATI

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONSORZIATI

CONSORZIO DI BONIFICA TRIGNO E BIFERNO
TERMOLI (CAMPOBASSO)
———————————

 

CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA
PER L'ELEZIONE DEL CONSIGLIO DEI DELEGATI

IL PRESIDENTE

In esecuzione della deliberazione del Consiglio dei Delegati n. 4 del 9.11.2012

CONVOCA

l'Assemblea dei consorziati costituita da quattro sezioni, individuate per classi di con-tribuenza, per procedere alla elezione del Consiglio dei delegati, composto da 15 mem-bri di cui 12 elettivi e tre nominati dal Consiglio Regionale con voto limitato, per il giorno 16 dicembre 2012, alle ore 8, presso le seguenti sedi di Sezioni elettorali :
Campomarino – Guglionesi – Montecilfone - Montenero di Bisaccia – Palata – Petac-ciato – Portocannone – S. Giacomo degli Schiavoni – San Martino in Pensilis – Termo-li.
Alla luce della legge regionale n. 42/2005- art. 19, i consorziati aventi diritto al voto so-no stati ripartiti in quattro fasce individuate , come appresso, in base al carico contribu-tivo (delibera del Comitato Esecutivo n. 74 del 10.09.2012:

Fascia           Imposta Magg. o uguale a €                    Imposta Inferiore < a €

1° Fasc.                       0,01                                                53,06
2° Fasc.                      53,06                                              168,87
3° Fasc.                     168,87                                             400,97
4° Fasc.                     400,97                                               Oltre

Sulla scorta del ruolo generale della contribuenza 2011 il corpo elettorale consortile, con i consiglieri da eleggere per ciascuna sezione, è così determinato :

Fascia                      n.ditte                              Imposta                Consiglieri da eleggere
1° Fasc                   . 6.528                             119.400,33                           3
2° Fasc.                    1.476                             136.919,64                           4
3° Fasc.                       364                               88.969,36                           2
4° Fasc.                       120                              105.098,34                          3
tot gen                      8.488                              450.387,67                         12

Il diritto di voto deve essere esercitato presso la Sezione elettorale del Comune in cui la ditta è iscritta.
A termini dell'art. 18 della L.R. 42/2005 ogni membro dell'Assemblea ha diritto ad un voto che è uguale, personale e non delegabile se non nei limiti di cui al successivo comma.

Ogni avente diritto al voto può farsi rappresentare nell'Assemblea da un altro consor-ziato iscritto nella stessa lista di fascia ma non è ammesso il cumulo di più di una dele-ga. Tale delega dovrà essere conferita con atto scritto autenticato da un Notaio o da un segretario comunale o da un funzionario comunale delegato dal Sindaco ovvero da fun-zionari del Consorzio all'uopo delegati dal Presidente.

L'elezione del Consiglio dei Delegati si svolgerà separatamente e contemporaneamente sezione per sezione, su presentazione di liste concorrenti di candidati compresi tra gli iscritti negli elenchi degli aventi diritto al voto della rispettiva fascia contributiva .
Le liste dei candidati dovranno essere consegnati in duplice copia entro e non oltre le ore 12 del giorno 26 novembre 2012, presso la Direzione del Consorzio ad un funziona-rio all'uopo delegato dal Presidente, il quale ne accuserà ricevuta, restituendo copia de-bitamente firmata con l'indicazione del giorno ed ora di ricezione. Di tutti i candidati dovrà essere indicato il cognome, nome, luogo e data di nascita e la relativa elencazione deve recare una numerazione progressiva. Le liste devono essere firmate per accettazio-ne dai candidati e dovranno essere presentate da un numero di consorziati non inferiore al 3% degli aventi diritto al voto della sezione e cioè da almeno 196 per la 1° sezione, 45 per la 2° sezione, 11 per la 3° sezione e 4 per la 4° sezione.
Le firme dei candidati e dei presentatori dovranno essere dichiarate autentiche da un Notaio o da un segretario comunale o da un funzionario comunale delegato dal Sindaco ovvero da funzionari del Consorzio all'uopo delegati dal Presidente.
I candidati ed i presentatori non possono figurare in più di un elenco. Qualora più elen-chi contengano eguali firme di candidati o di sottoscrittori, avrà efficacia la firma appo-sta sull'elenco pervenuto anteriormente, considerandosi come non apposta la firma sugli elenchi successivi.
Il numero dei candidati per lista è il più ampio possibile, con un minimo non inferiore al numero dei consiglieri da eleggere nella fascia ed un massimo non superiore al numero dei consiglieri da eleggere tra tutte le fasce.
Il Consorzio trascriverà separatamente, secondo l'ordine di presentazione, sulle schede predisposte per le votazioni, i nomi contenuti in ciascuno elenco risultato valido.

Le votazioni sono valide qualunque sia il numero dei votan-ti.
L'attribuzione dei Delegati viene fatta primariamente sulla base delle cifre elettorali delle singole liste con riparto in base a quozienti conseguiti e maggiori resti e successi-vamente al numero delle preferenze conseguite dai candidati presenti nelle liste che hanno ottenuto seggi.
Al fine dell'attribuzione dei Delegati eletti il quoziente elettorale è pari al rapporto per-centuale di singolo Delegato sul totale dei delegati da eleggere per ogni singola fascia. Il quoziente conseguito dalla lista è pari al rapporto tra il numero dei voti conseguiti dalla lista per la singola fascia ed il numero totale dei voti validi della stessa fascia. Ver-rà attribuito un Consigliere Delegato per ogni quoziente pieno conseguito, gli eventuale altri Delegati non assegnati per difetto di quoziente, saranno assegnati in ordine ai mag-giori resti conseguiti.
Sono eletti all'interno di ciascuna lista, i candidati che hanno ottenuto il maggior nume-ro di voti, in caso di parità vale l'ordine di lista.
Nell'ipotesi di più liste che abbiano conseguito pari numero di voti sono eletti i candi-dati che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze fra le liste con pari numero di voti.
Al fine di garantire la partecipazione al voto dei consorziati iscritti in fasce nelle quali non fosse effettuata la valida presentazione di almeno una lista, è consentita la libera espressione di preferenze a favore di qualunque iscritto nella fascia. A tal fine le schede elettorali riporteranno tante righe quanti sono i consiglieri da eleggere nella fascia sulle quali l'elettore potrà scrivere i nomi dei candidati prescelti.
Nell'ipotesi in cui in una fascia sia presente una sola lista, alla stessa unica lista saranno assegnati tutti i delegati spettanti alla fascia medesima.

La votazione rimarrà aperta per dieci ore consecutive e cioè dalle ore 8 alle ore 18.
La stessa sarà valida qualunque sia il numero dei votanti.
Si avverte che è stata pubblicata all'Albo pretorio di tutti i comuni del comprensorio consortile la relazione tecnico-economico-finanziaria sull'attività svolta dall'Amministrazione consortile nel periodo 2007 – 2012.
Si avverte, infine, che è a disposizione degli interessati, presso la Sede del Consorzio, l'elenco degli aventi diritto al voto.

TERMOLI, 9 novembre 2012

IL PRESIDENTE
Geom. Giorgio Manes

Estratto dello Statuto consortile.

Art. 6

a) il Consiglio dei delegati; b) Il Comitato Esecutivo; c) il Presidente; d) il Collegio dei revisori dei Conti.

Art. 45

TITOLO PER L'ESERCIZIO DEL DIRITTO AL VOTO

Ai fini della elezione dei delegati e delle rappresentanze in seno all'Assemblea, l'iscrizione nell'elenco degli aventi diritto al voto costituisce il titolo per l'esercizio del diritto stesso.
Per le persone giuridiche, per i minori e gli interdetti, il diritto di voto è esercitato dai rispettivi rappre-sentanti, o da rappresentanti specificamente designati dai competenti organi, per i falliti e sottoposti ad amministrazione giudiziaria, dal curatore o dall'amministratore.
In caso di comunione il diritto di voto è esercitato dal primo intestatario della corrispondente partita catastale, fatta eccezione per il caso in cui venga conferita specifica delega ad altro proprietario della stessa comunione, dai titolari della maggioranza delle quote, computandosi anche le quote del delega-to.
La delega di cui al precedente comma deve essere conferita con atto scritto, autenticato da un notaio o da un segretario comunale o da un funzionario comunale delegato dal Sindaco ovvero da funzionari del Consorzio all'uopo delegati dal Presidente.
Per l'esercizio del diritto di voto a mezzo dei rappresentanti indicati nei precedenti 2° e 3° comma, i relativi titoli di legittimazione debbono essere depositati presso la segreteria del Consorzio a cura degli interessati, non oltre il ventesimo giorno antecedente a quello fissato per la convocazione dell'Assem-blea elettorale.

Art. 46

DIRITTO AL VOTO

Ogni consorziato che goda dei diritti civili, iscritto nei ruoli di contribuenza e che sia in regola con il pagamento dei contributi consortili, ha diritto ad un voto che è uguale, personale e non delegabile se non nei limiti di cui al successivo comma 3.
Il voto è segreto ed è esercitato nell'ambito della fascia di appartenenza.
Gli iscritti nell'elenco degli aventi diritto al voto inclusi i rappresentanti di cui al 2° e 3° comma del precedente art. 45, possono farsi rappresentare nell'Assemblea da altro iscritto nella stessa fascia e seggio mediante delega scritta.
Tale delega rilasciata con le stesse modalità di cui al 4° comma dell'art. 45, deve essere consegnata al Presidente del seggio elettorale.
Ciascun soggetto non può cumulare più di una delega.

Art. 48

FORMAZIONE ELENCO AVENTI DIRITTO AL VOTO

La formazione dell'elenco degli aventi diritto al voto, di competenza del Comitato Esecutivo, deve av-venire ogni qualvolta viene convocata l'Assemblea.
L'elenco dovrà contenere per ciascun avente diritto al voto:
- le generalità;
- nel caso di rappresentanza necessaria di cui al 2° e 3°comma dell'art. 45 anche le generalità del rap-presentante desi-gnato, ai sensi dell'ultimo comma dello stesso articolo;
- l'ammontare complessivo del contributo iscritto nei ruoli dell'esercizio finanziario in corso alla data della deliberazione di convocazione dell'Assemblea;
- la fascia alla quale l'avente diritto al voto appartiene, e ai sensi del precedente art. 48;
- l'indicazione del seggio presso il quale deve essere esercitato il diritto di voto.