Home

Il consorzio

Il Consorzio di Bonifica Destra Trigno e del Basso Biferno è sorto dalla fusione dei due pre-esistenti Consorzi: "in destra del Trigno" e "del Basso Biferno", disposta con D.P.R. 5-12-1955, registrato alla Corte dei Conti il 26 gennaio 1956 al reg.2, foglio 232.
Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 26 giugno 1946, n. 1512, il già "Consorzio per la bonifica della bassa Valle del Trigno" venne scisso in due Consorzi: l'uno, in sinistra del Trigno con sede a Vasto, comprendente tutta la superficie posta in provincia di Chieti e l'altro, in destra del Trigno con sede in Termoli, comprendente tutta la parte in provincia di Campobasso.
Successivamente, con D.P.R. 26-8-1949, al territorio del già "Consorzio di bonifica in destra del Trigno" vennero aggregati i comprensori delle "Colline Adriatiche Molisane" già classificati con D.M. 10 marzo 1934 n. 1396 e quelli del "Petrara -Sinarca" classificati a termini della legge 30-12-1923 e R.D. 13-2-1933, n. 215.
Il comprensorio del Bacino del Biferno fu classificato di bonifica di 1- categoria con R.D. 30-12-1923, n. 2356 ed il già "Consorzio di Bonifica di Pantano Alto e Basso - Pianura Fiume Morto - Rivolta del Re e Marinelle di Campomarino" costituito con D.P.R. del 5-7-1950 per una superficie di Ha 1958 circa, fu ampliato con D.P.R. del 17 maggio 1952 reg. alla Corte dei Conti il 17 giugno successivo al reg. 10, foglio 193 e, con la denominazione di "Consorzio di Bonifica del Basso Biferno" raggiunse la superficie di Ha 15.738.77,52.
Con D.P.R. 8-4-1958 reg.to alla Corte dei Conti il 16-7-1958 al reg.113, fl. 43, al "Consorzio di Bonifica Destra Trigno e del Basso Biferno" è stata riconosciuta l'ido-neità a svolgere funzioni consortili di bonifica montana in una parte del comprensorio di bonifica Montana del Trigno, ai sensì della legge 25 luglio 1952, n. 991.
Infine, con D.P.R. 27-4-1964, registrato alla Corte dei Conti il 17 giugno 1964, al reg. 9 AA.FF., foglio 111, il comprensorio del Consorzio è stato ampliato mediante l'aggregazione di una zona dei Comunì dì Montenero di Bisaccia (Ha 600), Palata (Ha 3481) e Montecilfone (Ha 2.170) classificati di bonifica di 1- categoria in base alla legge 8 gennaio 1952, n. 32.
Dopo tutte le aggregazioni, la superficie consorziata è arrivata ad essere pari ad ettari 56.688, di cui:Ha 38.467 di "Bonifica Integrale" ed Ha 18.221 di "Bonifica Montana"
A seguito della emanazione della legge Regionale 25 giugno 1976, n. 19, all'oggetto: "Trasferimento alle Comunità Montane delle funzioni in materia di Bonifica Montana" il Consiglio dei Delegati, ritenuto di non poter costituire una Sezione Montana staccata, così come prescrive all'art. 3 il Decreto del Ministero AA.FF. n. 8293 in data 11 luglio 1957 con cui l'Ente è stato abilitato a svolgere le funzioni di Consorzio di Bonifica Montana, nella rata del comprensorio di Bonifica Montana del Trigno ricadente in Provincia di Campobasso estesa Ha 18.221, ha deliberato, con proprio provvedimento n. 4 in data 9 giugno 1978, di promuovere i decreti del Presidente della Giunta Regionale del Molise ai sensi degli articoli 2 e 3 della richiamata legge Regionale n. 19 per disporre il trasferimento, alle Comunità Montane competenti, delle funzioni in materia di Bonifica Montana svolte dal Consorzio in virtù del citato Decreto del Ministero AA.FF. n. 8293 in data 11 luglio 1957.
In data 2 maggio 1979, con proprio Decreto n. 790, il Presidente della Giunta Regionale del Molise ha trasferito tali funzioni, per cui la superficie consorziata si è ridotta alla superficie di bonifica integrale pari ad Ha 38.467.

La superficie dì bonifica integrale, a sua volta, si suddivide in:

  • bacino destra Trigno Ha 16.478
  • bacino Basso Biferno Ha 15.738
  • zona di ampliamento Ha 6.251

In uno Ha 38.467

Attualmente i Comuni compresi nel Comprensorio di Bonifica Integrale risultano dal seguente prospetto:
  • 1) Campomarino Ha 7.500 ditte 1.854
  • 2) Guglionesi Ha 7.714 ditte 2.307
  • 3) Montecilfone Ha 2.201 ditte 1.169
  • 4) Montenero di Bisaccia Ha 4.975 ditte 3.117
  • 5) Palata Ha 3.481 ditte  1.601
  • 6) Petacciato Ha 3.112 ditte 1.075
  • 7) Portocannone Ha 1.253 ditte 858
  • 8) S. Giacomo degli Schiavoni Ha 1.055 ditte 651
  • 9) S. Martino in Pensilìs Ha 1.376 ditte 249
  • 10) Termoli Ha 5.800 ditte 1.810

Totali Ha 38.467 ditte 14.698

 

La superficie dì bonifica integrale, a sua volta, si sud­divide in: